Quale futuro per il servizio autostradale sulla tratta Torino-Milano?

A4Su sollecitazione dei pendolari della linea Torino-Milano che fruiscono del servizio autostradale ho presentato oggi un’interrogazione all’assessore competente Francesco Balocco. La risposta perverrà in forma scritta nei prossimi giorni e sarà mia cura divulgarla.

Molti sono i pendolari che utilizzano il servizio di collegamento autostradale che negli ultimi due mesi hanno evidenziato la possibilità di un ridimensionamento e persino la cancellazione delle corse. Un problema soprattutto per chi si sposta ogni giorno verso aree periferiche del capoluogo lombardo laddove gli altri collegamenti risultano più complicati.

Da tali premesse la richiesta di informazioni all’assessore che ha puntualmente riferito rispetto ai parametri di riorganizzazione del sistema di trasporto pubblico, peraltro approfonditi con il consorzio concessionario del servizio in un’apposita riunione lo scorso 13 gennaio.

 

_tabella_trasportoNello specifico sono previste due fasi attuative. La prima, con decorrenza 2016, prevede l’adozione delle modifiche dei programmi di esecizio delle autolinee che prevede la sospensione di alcune corse caratterizzate da frequentazione sottosoglia che non interessano però fasce orarie che interessano l’utenza pendolare e lavorativa.

Con il termine dell’anno scolastico 2015-2016, invece, si procederà ad una revisione complessiva del trasporto su gomma secondo modalità che verranno concertate con enti locali e fornitori al fine di ridurre la coesistenza “gomma-ferro”e offrire contestualmente soluzioni integrate con le linee ferroviarie.

Leggi la risposta integrale

 

 

 

Di seguito il testo della mia interrogazione:

Premesso che

  • i pendolari novaresi che percorrono la tratta Torino – Milano con il servizio autostradale fornito mediante autobus hanno manifestato forti preoccupazioni sul ridimensionamento del servizio stesso e sulle ipotesi di una sua possibile, totale soppressione a partire dal 2016;

considerato che

  • è rilevante il numero di cittadini che fruiscono quotidianamente di tale servizio e che non hanno valide alternative per raggiungere il proprio posto di lavoro, se non l’autovettura;
  • i fruitori del servizio autobus in oggetto hanno contattato i Comuni di residenza, la Provincia di Novara ed i rappresentati del territorio a tutti i livelli istituzionali manifestando altresì l’intenzione di coinvolgere anche l’Amministrazione regionale attraverso un raccolta firme;

rilevato che

  • ad aggravare le preoccupazioni espresse dai pendolari giungono le ipotesi, avanzate recentemente, di riduzione degli impegni economici da parte della Regione a sostegno dei servizi complementari di trasporto, ossia di tutti quei servizi finora sostenuti finanziariamente in quanto riguardanti tratte non coperte interamente dal trasporto ferroviario;

sottolineato che

  • un’eventuale riduzione o, addirittura, una soppressione del servizio autostradale fornito mediante autobus sulla tratta Torino-Milano non solo inciderebbe pesantemente sui costi a carico dei cittadini per gli spostamenti quotidiani legati a esigenze lavorative, ma avrebbe ricadute negative anche in termini ambientali, in contrasto con le politiche di mobilità sostenibile promosse dalla stessa Regione Piemonte;

 

           INTERROGA

l’Assessore competente per sapere

  • quali azioni intenda intraprendere affinché sia garantito il servizio ai pendolari del servizio autostradale mediante autobus sulla tratta Torino-Milano.

Torino, 29 gennaio 2016

Firmatario       Domenico ROSSI

Posted in Senza categoria and tagged , , , , .