Approvata la Legge sull’invecchiamento attivo

Il Consiglio Regionale ha approvato all’unanimità nella giornata di oggi la proposta di legge per la promozione e la valorizzazione dell’invecchiamento attivo. Una norma che ha lo scopo di promuoverne la partecipazione alla vita sociale, civile, economica e culturale delle persone anziane, favorendo la costruzione di percorsi per l’autonomia e il benessere nell’ambito degli abituali contesti di vita.“Un traguardo importante per il Piemonte raggiunto a fine legislatura, una delle regioni italiane con il più alto numero di over 65” commenta Domenico Rossi, primo firmatario della legge e presidente della commissione sanità. “E’ indispensabile – prosegue Rossi – che le istituzioni mettano in campo strumenti e politiche finalizzate a governare i temi della cronicità e invecchiamento attivo che rappresentano due sfide cruciali per il futuro. La legge ha l’obiettivo di superare una situazione di spontaneismo progettuale attraverso l’adozione di un programma regionale per l’invecchiamento attivo e il coordinamento dei diversi soggetti coinvolti: ASL, strutture sanitarie, comuni, scuole e associazioni”.Il testo di legge, che nella sua stesura definitiva accoglie le sollecitazioni emerse durante le audizioni, a partire dalla costituzione di una cabina di regia con i diversi soggetti che si occupano quotidianamente di politiche per l’invecchiamento attivo, si propone di favorire la partecipazione delle persone anziane alla vita della comunità attraverso l’impegno nel volontariato, una formazione permanente, il trasferimento di competenze ai lavoratori più giovani, il mantenimento del benessere psicofisico, il coinvolgimento in attività culturali e ricreative e in iniziative di turismo sociale, attività di giardinaggio e orticoltura, con la gestione gratuita di terreni comunali.”La legge approvata oggi in Consiglio – aggiunge l’assessore Regionale al welfare Augusto Ferrari – rappresenta un’importante opportunità per affrontare in termini programmatici il processo di cambiamento demografico, che nella nostra regione, in particolare, ha una dimensione rilevante. Bisogna mettere a punto tutti gli strumenti indispensabili per la piena valorizzazione di questo capitale umano e sociale, che rappresenta un tassello prezioso e insostituibile per la coesione sociale delle nostre comunità. Un ringraziamento va al collega Domenico Rossi, Presidente di Commissione e al gruppo Pd tutto ed al Consiglio regionale per averla portata all’approvazione entro fine legislatura”.

Posted in Leggi, Regione Piemonte, Sanità and tagged , , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.