PNRR salute in Piemonte: in ritardo, non condiviso e poco trasparente

Durante la Giunta regionale di ieri (venerdì 11 febbraio 2022) l’assessore alla sanità Luigi Icardi ha finalmente presentato la delibera con la quale porterà in commissione sanità e in Consiglio regionale il piano per la localizzazione dei siti delle Strutture di prossimità ed intermedie per un totale di:

  • n. 91 Case della Comunità,
  • n. 29 Ospedali di Comunità
  • n. 43 Centrali Operative Territoriali collocate nelle Aziende Sanitarie Locali

Il dettaglio con relative tabelle è consultabile ai seguenti link:

Sembrerebbe una buona notizia, ma lo è solo parzialmente. E provo a spiegarvi perché facendo un elenco di domande e una piccola considerazione che riproporrò lunedì in commissione.

  1. Con quale criterio sono stati definiti gli elenchi che la Giunta ci propone?
  2. Chi sono gli attori con cui la Giunta si è confrontata per stilare l’elenco?
  3. Qual è la visione di insieme sulle politiche di salute piemontesi all’interno della quale viene inserito questo piano?

Come PD, insieme a tutti gli altri gruppi di opposizione, chiediamo da mesi di aprire una discussione pubblica su questi temi. Non appena è stato reso noto il PNRR e si parlava di fondi per Case e Ospedali di Comunità, abbiamo chiesto di coinvolgere gli enti locali, i rappresentanti delle forze politiche e sociali in un processo di progettazione condivisa e fare in modo che gli investimenti del Piano Nazionale diventassero occasione per ridisegnare la sanità piemontese e metterla nella condizione di rispondere ai nuovi bisogni di salute. I COT, le case e gli ospedali di comunità vanno inseriti all’interno del nuovo Piano Socio-Sanitario regionale di cui il Piemonte ha bisogno.

Che cosa ha fatto invece la Giunta? Continua con gli interventi spot, scollegati gli uni dagli altri. Dopo il finto giro dell’anno scorso in cui ha raccolto indicazioni generiche dai territori sul PNRR, si  chiusa in una stanza e con pochissimi interlocutori ha definito le ubicazioni senza esplicitare i criteri. Il contrario di ogni processo si progettazione e programmazione.

Il piano andrà consegnato al governo entro il 28 febbraio. Qual è lo spazio di discussione che si apre tra ieri e quella data? Praticamente nessuno.

Posted in PNRR, Politica, Riforma sanità, Sanità and tagged , , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.