Sanità, borse di studio, beni confiscati, bullismo: le mie proposte per migliorare il bilancio della Regione

E’ approdato in aula dopo un lungo percorso in commissione il bilancio previsionale di Regione Piemonte. Proprio in questa fase preliminare è stato accolto e quindi già inserito nel testo in discussione un aumento di 100mila euro per la lotta all’usura, all’estorsione e al sovraindebitamento che andranno a finanziare azioni previste dalla Legge regionale 8/2017 (leggi il testo qui) grazie al lavoro del gruppo del PD che ha presentato un emendamento a mia prima firma e il lavoro del consigliere Giorgio Bertola.

Le sedute in corso e quelle previste per la prossima settimana serviranno, questo è il mio auspicio, a migliorare il documento finanziario proposto dalla Giunta e in tal senso ho presentato una serie di emendamenti su specifici temi.
Come vicepresidente della Commissione Sanità ho proposto:

  • di destinare 1 milione di euro negli anni 2021, 2022 e 2023 per supportare l’attività dei pediatri di libera scelta, esclusi inspiegabilmente dagli incentivi per la medicina di gruppo ed il cui ruolo si rileva fondamentale se si vuole rafforzare e migliorare il sistema sanitario regionale;
  • di prevedere 5 milioni di euro aggiuntivi dal 2021 al 2023 da trasferire alle Università al fine di incrementare le borse di studio per la formazione dei medici specialistici e superare l’imbuto formativo (puoi leggere le ragioni di una richiesta che sottopongo all’esecutivo da tempo qui e qui);
  • l’adozione di un piano straordinario di assunzione a tempo indeterminato di personale medico, sanitario e socio sanitario, al fine di supportare e rendere più efficiente lo stesso servizio sanitario regionale, i cui limiti sono satti evidenziati dall’emergenza pandemica.

Ho rivolto la mia attenzione anche ad alcuni temi che caratterizzano la mia azione politica e amministrativa. In particolare ho richiesto una dotazione aggiuntiva di 300 mila euro per il 2021, 2022 e 2023 affinché venissero stanziati ulteriori fondi a favore dei Comuni del Piemonte sede di beni confiscati. Richiesta accolta dalla Giunta per cui nel prossimo triennio Regione Piemonte destinerà circa 350.000 euro all’anno al bando destinato ai Comuni sede di bene (leggi il comunicato qui).

Altri 2 emendamenti hanno come obiettivo quello di portare a pieno compimento la legge regionale per la prevenzione e il contrasto a bullismo e cyberbullismo:

  • il primo per ripristinare il taglio di 70 mila euro previste nel bilancio previsionale su questo tema;
  • il secondo per aumentare di 100.000 euro, per tutti e tre gli anni della programmazione, le risorse finanzi i centri regionali specializzati nella cura dei disturbi derivanti dal bullismo e dal cyberbullismo previsti dalla legge regionale 2/2018.

Infine, ho presentato un emendamento per aumentare di 3 milioni per ogni anno della programmazione i fondi destinati alla tutela, valorizzazione e il recupero ambientale, in particolare per interventi di bonifica e ripristino, di siti regionali e di interesse nazionale.

Posted in Regione Piemonte and tagged , , , , , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.