L’informativa di Icardi totalmente insufficiente. Nessuna risposta ai gravi problemi del Piemonte

Immaginatevi se un alieno fosse atterrato in Piemonte in questi giorni… Ospedali al collasso, file di persone in attesa di un tampone, manifestazioni nelle piazze, l’esercito che allestisce tendoni. Cosa penserebbe? Che sta andando tutto bene?

Immaginate che lo stesso alieno chiedendo spiegazioni sulle cause del disastro e su come uscirne fosse stato indirizzato ad ascoltare le parole del responsabile della sanità piemontese, l’assessore Icardi… Purtroppo sarebbe rimasto deluso.

L’informativa odierna dell’Assessore Icardi, infatti, non ha contribuito per nulla a comprendere la drammatica situazione in cui ci troviamo. E’ ormai evidente l’imbarazzo dell’assessore che sciorina una serie di giustificazioni giocando in difesa quando, invece, ai cittadini piemontesi servono risposte sul perché il Piemonte sia tra le peggiori in Italia per la gestione della pandemia e proposte su come uscire da questa situazione.

In questi mesi, la Giunta ha messo insieme un libro dei sogni e non una seria programmazione. Tutte le cose scritte e promesse non hanno retto la prova del  al primo aumento di contagi; Il piano per gli ospedali, che avrebbe dovuto tutelare quelli più grandi, non ha tenuto nemmeno una settimana; La Regione ha un tasso di ospedalizzazione che si colloca al secondo posto nazionale e il protocollo per la cura domiciliare è arrivato solo il 31 ottobre; i tamponi rapidi sono stati annunciati per poi scoprire dopo una settimana che mancano gli infermieri; Stessa situazione per i Covid Hotel, annunciati mentre pochi giorni dopo FederAlberghi dichiara che non ci sono le condizioni per procedere. Ma per l’assessore la Giunta non ha responsabilità su nulla e ha fatto tutto il necessario… forse l’alieno è lui. 

Qualche giorno fa scrivendo una lettera al Presidente Cirio invocavo maggiore umiltà e coraggio. Oggi verifico che non c’è alcun cambio di rotta: non si riconoscono gli errori e prosegue lo scarico delle responsabilità. Mentre Icardi ci raccontava che loro hanno fatto tutto il necessario Cirio dichiarava ai giornali che il Piemonte accetterà un lockdown regionale solo per un periodo breve… come se il governo si divertisse a bloccare una regione. Ma la verità è che noi avremo maggiori restrizione degli altri perché la Giunta Cirio ha gestito peggio delle altre regioni la sanità regionale. Il Presidente Cirio dovrebbe solo prenderne atto e assumersi le sue responsabilità di fronte ai piemontesi.

Così non va e ne paghiamo tutti le conseguenze.

 

Posted in Comunicato stampa, Covid and tagged , , , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.