Guardiamoci intorno, dobbiamo implementare la nostra capacità di tracciare

L’Emilia Romagna ha messo a disposizione gratuitamente i test sierologici nelle farmacie per gli studenti e i loro familiari (leggi qui).

La Toscana ha aperto alle prenotazioni online per i tamponi, purché con ricetta del medico di famiglia (leggi qui). E per i ragazzi in età scolare drive through e test rapidi dedicati.

In Piemonte abbiamo una piattaforma digitale “operatore-dipendente”, gestita solo dagli operatori delle ASL, che, però, a causa dell’aumento dei contagi, sono in tilt. I tempi tra richiesta del tampone ed esecuzione dello stesso, così come i tempi tra tampone e risultato, continuano ad allungarsi.

È ora che anche la nostra Regione si metta al passo di quelle più virtuose, implementando la capacità di tracciamento e velocizzando i tempi.

Dobbiamo implementare il nostro sistema digitale, fare in modo che le richieste possano essere caricate direttamente dai medici di medicina generale, senza il collo di bottiglia del sisp, e potenziare il personale che effettua l’indagine epidemiologica, che va attivata subito per mettere le persone in isolamento al più presto. In Corea del Sud hanno assunto migliaia di operatori telefonici per gestire le chiamate: siamo sicuri che non si possa fare anche da noi, fornendo una formazione specifica e sotto la supervisione di un operatore sanitario?

Posted in Comunicato stampa, Covid and tagged , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.