Contratto pubblico ed economia circolare per rilanciare l’occupazione

Oggi a Palazzo Lascaris un Consiglio Regionale interamente dedicato alle politiche di sviluppo e del lavoro.
Quali strategie? Come assicurare prospettive di crescita e supportare il sistema economico della nostra Regione?

“Un fattore determinante per rilanciare economia ed occupazione in Piemonte è legato agli investimenti pubblici: Peccato che l’attuale Giunta abbia bloccato o rallentato il piano di edilizia Sanitaria già approvato che prevede investimenti da 1,5 miliardi di euro”. 

“Di fronte ad una situazione difficile è fondamentale sviluppare strategie chiare e su comparti ad alto valore aggiunto. Ho voluto ribadire quindi la necessità di investire su bioeconomia ed Economia Circolare che rappresentano un’opportunità per coniugare economia, ambiente e società. Un comparto che, secondo il rapporto GreenItaly 2019, nel 2018 ha generato 100 mila nuovi posti di lavoro rispetto al 2017”. 

“In tal senso ho presentato nei mesi scorsi una mozione per l’Adozione di un Piano Regionale per la bioeconomia e l’economia circolare per definire le azioni da mettere in campo e lavorare al fine di intercettare gli ingenti finanziamenti previsti dall’Unione Europea (oltre 10 miliardi) dal 2021 al 2027. Si stima, infatti, un incremento del 15% delle attività e dei posti di lavoro entro il 2030. Il Piemonte non può perdere questa opportunità”. 

“Regione Piemonte nel 2018 ha avviato Piattaforma Bioeconomia stanziando 40 milioni di euro per sostenere progetti per chimica verde, cleantech e agroalimentare: continuare ad investire in percorsi come questo significa produrre dinamiche anticicliche per il nostro territorio che già rappresenta il riferimento di molte aziende verdi all’avanguardia”. 

Posted in Comunicato stampa and tagged , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.