Novità per le ricette mediche: via il ticket sui medicinali e validità estesa a sei mesi per prestazioni specialistiche

Dal 1° marzo i piemontesi non dovranno più pagare il ticket sui farmaci e, grazie ad un accordo raggiunto con i sindacati dei medici di base, si estende da due a sei mesi la validità delle ricette per prenotare le prestazioni specialistiche del servizio sanitario nazionale. “Due buone notizie che vanno nella giusta direzione: avvicinare sempre di più il servizio sanitario ai cittadini e rispondere alle loro esigenze” ha commentato il Consigliere regionale e presidente della Commissione Sanità, Domenico Rossi.

Con la decisione di cancellare la quota fissa di compartecipazione farmaceutica a carico dei cittadini, che era in vigore dal 2002, il Piemonte si unisce a Friuli Venezia Giulia, Marche e Sardegna tra le uniche regioni che non prevedono il ticket sui farmaci. “Una decisione giusta da parte dell’Assessore Antonio Saitta e del Presidente Sergio Chiamparino che di fatto eliminano una tassa sulla salute. Un’altra scelta resa possibile grazie al puntuale lavoro compiuto in questi anni sul sistema sanitario regionale” conclude Rossi.

Leggi l’articolo completo qui

Posted in Comunicato stampa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.