Nomina alla Presidenza della Commissione Sanità e politiche sociali: svolgerò il mio incarico con spirito di servizio

Oggi pomeriggio si è proceduto al rinnovo degli uffici di presidenza delle commissioni del Consiglio Regionale, resosi necessario dopo l’elezione in Parlamento di alcuni consiglieri.

Seguono le dichiarazioni del Consigliere Rossi che è stato eletto presidente della commissione sanità e politiche sociali

Ringrazio i colleghi per la fiducia che mi hanno accordato. Presiederò con responsabilità e spirito di servizio la commissione “Sanità, Assistenza, Servizi sociali e politiche degli anziani”, in questo ultimo anno di legislatura, consapevole della delicatezza di questo ruolo. La IV commissione si occupa sia di sanità, settore in cui Regione Piemonte investe l’80% del suo bilancio per dare risposta ai bisogni di salute dei cittadini, sia di politiche sociali, attraverso le quali si cerca di dare risposta  alle fasce più fragili della popolazione. Sono tante le sfide che abbiamo di fronte: penso, in particolare, alla lotta alle povertà, al lavoro che ci aspetta sul fronte dell’edilizia sanitaria, alla necessità di ridurre i tempi per le liste di attesa, all’umanizzazione delle cure, alle necessarie politiche sul personale socio-sanitario, al sostegno alle persone non-autosufficienti o con disabilità, al potenziamento dei servizi sul territorio, in un contesto che vede la popolazione invecchiare e la cronicità diventare la sfida più importante per le politiche di salute.
Interpreterò tale ruolo come servizio delle istituzioni, al fine di valorizzare la centralità del consiglio e di facilitare il dialogo con la giunta, nella tutela massima delle opposizioni. Sarò, inoltre, a disposizione per il confronto con i cittadini e i diversi soggetti che sul territorio si occupano di sanità e politiche sociali al fine di facilitare il dialogo tra cittadini e istituzioni.

Posted in Sanità, Uncategorized and tagged , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.