Nuova legge sulla decadenza dalle case popolari

«Abbiamo approvato una buona legge, che modifica la LR 3/2010, con cui si sospendono tutte le decadenze in corso e i conguagli delle utenze, fino alla conclusione delle necessarie verifiche. Un meccanismo che aiuta a prevenire veri e proprie emergenze umane e sociali». Il commento del Consigliere Regionale Domenico Rossi dopo il voto in aula. Una norma, proposta dall’Assessore Augusto Ferrari, che incide su numeri importanti come ha sottolineato Nadia Conticelli, presidente della Commissione in cui è stata affrontato il merito della disegno di legge. «Era necessario eliminare il meccanismo automatico della decadenza – prosegue Rossi – come dimostra anche il caso novarese: con questa legge sono inserite verifiche sui singoli casi con il coinvolgimento dei Comuni».

Il pagamento dei canoni  e delle utenze saranno, infatti, valutati in considerazione delle conseguenze sociali. Con questa legge si prevede un’azione congiunta delle ATC e dei Comuni nella valutazione di ciascuna posizione, al fine di procedere con la decadenza solo nei confronti di chi viene ritenuto in grado di pagare. Una volta provveduto alle verifiche potranno essere valutati i piani di rientro per il debito dell’assegnatario.

Posted in Comunicato stampa, Regione Piemonte and tagged , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.