Passi avanti per la gestione dei beni confiscati: una mozione per accedere ai fondi POR

7473209-kkaD-U10202464667525q3E-568x320@LaStampa.it_

Il castello di Miasino, acquisto dalla Regione

Ancora un passo avanti per quanto riguarda la gestione dei beni confiscati. Nella giornata di oggi la Commissione Legalità ha approvato all’unanimità una proposta di mozione (Clicca QUI per scaricarla) con la quale si chiede alla Giunta di individuare all’interno del POR regionale iniziative volte alla valorizzazione dei beni confiscati presenti all’interno della Regione e di dotarsi dell’organizzazione necessaria a rendere la propria azione più efficiente in tal senso.

Sulla base delle indicazioni nazionali e delle buone prassi presenti in altre regioni ho sottoposto, in qualità di vice presidente, alla commissione un percorso, iniziato lo scorso luglio con un incontro con i rappresentanti dell’Agenzia per la Coesione Territoriale e dell’Agenzia Nazionale dei beni Sequestrati e Confiscati, nonché i direttori responsabili del POR. Già in quella sede era emersa la possibilità di intervenire su alcune misure del POR utilizzando criteri di selezione premiali e di immaginare l’inserimento di misure specifiche nel 2018 in sede di revisione del Piano Operativo Regionale. Il voto unanime della Commissione ci consente di portare in aula una proposta politicamente condivisa che davvero può rappresentare una svolta nella gestione dei beni confiscati, così da trasformarli in opportunità di inclusione sociale, di promozione dell’imprenditorialità nell’ambito della cooperazione e dell’agricoltura.

Un ringraziamento va a tutti i colleghi che in questi mesi hanno sostenuto tutto il percorso a partire dal presidente della commissione Giorgio Bertola. Ora mi auguro che la conferenza dei capigruppo calendarizzi al più presto la discussione e la votazione in aula così da licenziare l’atto di indirizzo prima dell’inizio delle procedure di verifica ed eventuale modifica del POR che si svolgeranno a metà programmazione.

Posted in Beni confiscati and tagged , , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.