Riduzione organico docenti e personale ATA: riequilibriamo le disomogeneità territoriali

_grafica scuolaCon un’interrogazione all’assessore competente Gianna Pentenero, il consigliere Regionale Domenico Rossi ha chiesto alla Regione di intervenire al fine di riequilibrare gli organici dei docenti e del personale ATA assegnati per l’anno scolastico 2016-2017 alle scuole piemontesi. «Analizzando i dati – ha spiegato il consigliere Democratico – si evidenziano degli squilibri ed una situazione disomogenea sul territorio regionale. In particolare la ridistribuzione dell’organico resasi necessaria per il calo di iscrizioni penalizza le province di Novara e del VCO ». Una situazione cui il consigliere Rossi ha chiesto di porre rimedio all’assessorato competente al fine di garantire «non solo adeguati livelli educativi, ma anche la copertura di tutte le attività e dei livelli minimi di sicurezza». L’assessore Pentenero, nella sua risposta, è entrata nel merito del problema che la Regione sta seguendo con grande attenzione. «Siamo al corrente della situazione e delle criticità emerse dai tavoli di confronto con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e i Sindacati» ha spiegato Pentenero precisando che gli organici di diritto, calcolati sulla base dei dati riferiti all’anno scolastico precedente, saranno riequilibrati grazie alla fase di assegnazione degli organici di fatto che dipendono direttamente dal Ministero. «Una modalità che consente di verificare la necessità di personale ATA e docenti in base alla trasformazione delle singole realtà scolastiche» chiarisce l’Assessore. «Proprio sulle comunicazioni del Ministero, attese da qualche settimana – conclude Pentenero – c’è massima attenzione: solleciteremo ulteriormente gli uffici del Miur affinché gli organici di fatto vengano assegnati al più presto per garantire ai nostri ragazzi, ma anche agli insegnanti, le migliori condizioni possibile già dall’avvio del nuovo anno scolastico». Impegno condiviso dal consigliere Rossi. «Seguirò con attenzione lo sviluppo della vicenda. Non solo è importante che si chiuda positivamente, ma anche che ciò avvenga nel minor tempo possibile: assicurare ai ragazzi e agli insegnanti una scuola sicura, efficiente, che consenta loro di dare il meglio è un impegno da cui nessuno di noi può sottrarsi».

Leggi la risposta integrale dell’assessore

Posted in Comunicato stampa, Interventi in aula, Regione Piemonte and tagged , , , , .