Assistenza territoriale, al via il confronto

_sanitaUna rete territoriale che assuma la stessa autorevolezza di quella ospedaliera. Questa la sfida lanciata ieri, martedì 21 aprile, dal’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta, nella sua comunicazione sul nuovo piano dell’assistenza territoriale presentato ieri di fronte al Consiglio Regionale. «Un nuovo assetto – spiega il consigliere Regionale Domenico Rossi, vicepresidente della Commissione Sanità – che ridisegna servizi e funzioni intorno ai Distretti: luoghi dove la domanda sanitaria si incontra con quella socio-assistenziale così da prendere in carico il cittadino in modo globale». Razionalizzazione e rinnovamento mettendo al centro i cittadini-pazienti in coerenza con la riforma del sistema ospedaliero, garantendo continuità assistenziale, riducendo il ricorso all’ospedalizzazione impropria anche grazie l’istituzione delle Aggregazioni funzionali territoriali (AFT) e le unità complesse di cure primarie (UCCP). «La road map è pronta – aggiunge Rossi – ora l’assessore avvierà un intenso confronto con la Commissione così come con i rappresentanti degli operatori della sanità, i sindacati, le conferenze dei Sindaci delle Asl per arrivare entro giugno a una delibera di Giunta». Una programmazione partecipata per tener conto delle specificità di ciascun territorio, in particolari quelli montani o a scarsa densità abitativa, che toccherà anche Novara. «Come accaduto per la riforma del sistema ospedaliero – conclude Rossi – l’assessore sarà a Novara per verificare la situazione attuale e delineare nuove prospettive. Un appuntamento programmato per i primi di maggio in cui avremo modo di raccogliere istanze e indicazioni che certamente contribuiranno a perfezionare la nuova pianificazione».

Leggi qui la relazione dell’Assessore Saitta

Posted in Comunicato stampa, Regione Piemonte, Riforma sanità and tagged , , .