Tangenziale Fara Briona non diventi cattedrale nel deserto

sembra-finire-nel-nulla

Nel corso di un incontro tenutosi questa mattina negli uffici dell’assessorato regionale ai Trasporti pubblici ho incontrato insieme ai sindaci di Fara e Briona l’assessore Balocco per chiedere che la tangenziale Fara-Briona, sulla strada provinciale 299 della Valsesia venga conclusa.

E’ un progetto di cui si parla da decenni nel nostro territorio e che nel 2009 vide l’inizio dei lavori. Purtroppo la Provincia decise di suddividere la realizzazione in due lotti. Il primo lotto è quasi terminato, ma rischia di essere l’ennesima cattedrale nel deserto poichè  il tracciato realizzato si conclude con una rotonda in mezzo alla campagna.

Il secondo lotto non è mai stato finanziato.

I sindaci Ennio Prolo di Fara e Maurizio Boriani di Briona hanno dato la massima disponibilità all’assessore a collaborare affinché si trovino le soluzioni necessarie.

“Ho ricordato all’assessore Balocco come i motivi per dare priorità all’opera siano molti. Prima di tutto la mancata realizzazione del secondo lotto significherebbe vanificare il precedente investimento di circa 9 milioni di euro spesi per il primo lotto; in secondo luogo la struttura urbanistica dei due paesi e in particolare di Fara non è adatta alle caratteristiche del traffico odierno. C’è poi da considerare l’aggravio che risulterà dall’aumento dei pullman su quella tratta conseguente alla sospensione della linea ferroviaria Nvoara-Varallo”.

L’assessore Balocco ha compreso e condiviso le preoccupazioni in merito e si è impegnato nel giro di poche settimane a capire se ci sono le risorse per mettere in cantiere la realizzazione del secondo lotto.

A margine della riunione, rispondendo a una mia sollecitazione, l’assessore ha anche assicurato che il traffico merci sulla Novara-Varallo non è in discussione e che il mandato a RFI è quello di manutenere la rete, anche in vista di un suo riutilizzo nel momento della gara regionale.

Posted in Regione Piemonte and tagged , , .