Borgomanero: Agenzia dei Beni Confiscati assegna la torretta al Comune

Tutto è bene quello che finisce bene… è proprio il caso di dirlo rispetto alla torretta di Borgomanero che è stata assegnata dall’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati al Comune dopo una storia tormentata come raccontato oggi sulla pagine de La Stampa Novara e Corriere di Novara. E’ certamente una decisione importante dal punto di vista simbolico anche alla luce dei recenti fatti di San Giusto Canavese con l’incendio, un vero e proprio atto intimidatorio, alla villa sequestrata ad un narcotrafficante e destinata ad un’associazione antimafia per il recupero. E’ fondamentale che questi beni siano restituiti alla comunità e riutilizzati a scopi sociali ed educativi, poiché rappresentano una vittoria dello Stato sulle mafie: è questo un caso in cui non basta fare, ma bisogna fare bene. Perciò, dopo questo primo passo, bisogna continuare a camminare e mettere al più presto la torretta a disposizione dei cittadini, per non far prevalere il messaggio ‘o noi o nessuno’ lanciato dalla criminalità organizzata. Non a caso Regione Piemonte dopo molti anni ha rifinanziato per il secondo anno consecutivo la legge 14/2007 grazie all’intervento del gruppo consiliare del Partito Democratico. Fondi a disposizione di quei Comuni impegnati nella trasformazione dei beni confiscati in una testimonianza di legalità, giustizia e riscatto civile.

Posted in Beni confiscati and tagged , , .

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.