Nuove risorse per la cultura con la pubblicazione dei bandi 2017

Regione Piemonte prosegue nell’attività e nel sostegno del patrimonio culturale materiale ed immateriale del territorio. Nei Bollettini ufficiali 26 e 27 sono stati pubblicati diversi nuovi bandi destinati ad attività di carattere culturale di vario genere e tipo:

SCADENZE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO

Deliberazione della Giunta Regionale 12 giugno 2017, n. 26-5167

Definizione per l’anno 2017 del periodo di presentazione delle domande di contributo ai sensi delle LL.RR. 58/1978, 24/1990, 49/1991, 47/1997, 38/2000, 44/2000, 17/2003, 41/1985, 11/2009, 31/1995. L.R. 58/1978 riparto delle risorse previste dal bilancio di previsione 2017-2018 secondo i singoli ambiti e linee di intervento.

Per l’anno 2017 di stabilire che:

◦la scadenza per la presentazione delle domande di contributo presentate ai sensi di quanto previsto dalle RR. 58/1978 (Contributi ad enti locali, istituzioni, associazioni culturali del Piemonte), 24/1990 (Contributi alle società di mutuo soccorso e cooperative ex SOMS), 49/1991 Titolo I (Contributi ai corsi comunali di orientamento musicale), 38/2000 (Contributi alle attività musicali popolari tradizionali), 44/2000 art. 124 comma 1) b) 4) (Promozione delle attività di educazione permanente), 17/2003 (Valorizzazione delle espressioni artistiche in strada), deve essere indicata dai singoli avvisi con data antecedente il 1° agosto 2017 da definirsi a cura del responsabile del procedimento;

◦la scadenza del 1° agosto 2017 per la presentazione delle domande di contributo ai sensi di quanto previsto dalla legge regionale n. 44 del 26 aprile 2000, art. 124, comma 1), b),4) (promozione dell’educazione permanente);

◦la scadenza per la presentazione delle domande di contributo presentate ai sensi di quanto previsto dalla R. 49/1991 Titolo II (Contributi ai corsi preaccademici degli Istituti Musicali comunali e privati) deve essere determinata da un avviso con data antecedente il 1° ottobre 2017, da definirsi a cura del responsabile del procedimento;

◦la scadenza per la presentazione delle domande di contributi presentate ai sensi della legge regionale 18 aprile 1985 n. 41 la scadenza deve essere indicata da avviso con data antecedente il 31 luglio 2017, da definirsi a cura del responsabile del procedimento;

◦per l’anno 2017, per quanto concerne l’area di intervento “Acquisto materiale bibliografico”, a valere sulla legge regionale 28 agosto 1978 n. 58, si riconosce un contributo complessivo pari a euro 190.000,00, e che trattasi di contributi a rimborso, parametrato alla spesa per l’acquisto di libri per le biblioteche civiche, il cui termine per la presentazione delle domande deve essere determinato da un avviso con scadenza per l’anno 2017 il 14 settembre 2017;

◦la scadenza del 30 settembre 2017 per la presentazione delle domande di contributo presentate ai sensi di quanto previsto dalla R. 47/1997 (Contributi alle attività delle Università popolari e della terza età);

◦la scadenza per la presentazione delle domande di contributo presentate ai sensi di quanto previsto dalla R. 11/2009 (Contributi per la valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte) deve essere determinata da un avviso con data antecedente il 1° ottobre 2017 da definirsi a cura del responsabile del procedimento;

◦la scadenza per la presentazione delle domande di contributo presentate ai sensi dalla legge regionale 14 marzo 1995 n. 31 “Istituzione di Ecomusei del Piemonte”, deve essere determinata da un avviso con data antecedente il 31 agosto 2017 da definirsi a cura del responsabile del procedimento.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/26/siste/00000053.htm

BANDO “A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ MUSICALI POPOLARI PER L’ANNO 2017“

Determina dirigenziale 22 giugno 2017, n. 249

I progetti ammessi concernono attività di musica popolare mediante la realizzazione di spettacoli e concerti bandistici, corali, folcloristici o di altre manifestazione aventi la stessa natura.

Per “spese ammissibili del progetto” si intendono quelle riferibili all’arco temporale della sua organizzazione e realizzazione, direttamente imputabili alle attività contemplate dal progetto stesso, che in sede di rendiconto risultino sostenute dal soggetto richiedente, documentabili e tracciabili. In tali spese rientrano, tra le altre, le spese per l’acquisto e la manutenzione delle divise e dei costumi di scena. In riferimento alle “spese direttamente connesse alle attività” e alle “spese generali e di funzionamento in quota-parte”, non sono ammissibili le spese di acquisto di beni strumentali durevoli (incluse le spese di acquisto di strumenti e apparecchiature musicali fisse e mobili), le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, le quote di ammortamento e gli interessi passivi.

L’istanza deve essere presentata nel periodo compreso tra il giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte fino al 31 luglio 2017 esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it

I soggetti che intendono presentare istanza devono essere Associazioni musicali iscritte nell’Albo regionale delle Associazioni che svolgono attività musicali popolari l.r. 38/2000 e garantire, con risorse eccedenti il contributo richiesto, una copertura di almeno il 70% delle spese effettive previste.

L’istanza deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo e disponibile sia in allegato sia sul sito internet all’indirizzo: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/

L’ammontare del contributo regionale assegnato a sostegno di un singolo progetto non può superare il 30% delle spese effettive ritenute ammissibili a preventivo. In caso di assegnazione del contributo, tale limite deve essere rispettato nella rendicontazione finale. Non vengono assegnati contributi di importo inferiore ad Euro 3.000,00 o superiore a Euro 10.000,00 a fronte di una richiesta di contributo non superiore ad Euro 10.000,00.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/26/siste/00000068.htm

BANDO “PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDA DI CONTRIBUTO PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA’ DI EDUCAZIONE PERMANENTE PER L’ANNO 2017”

Le attività ammesse concernono:

◦corsi di perfezionamento musicale post-Conservatorio, rivolti a diplomati/laureati in Conservatorio e, in via subordinata, a musicisti e cantanti con pari requisiti ed esperienza, proposti da enti privati a ciò statutariamente finalizzati;

◦corsi di livello avanzato, eccedenti l’ambito del perfezionamento musicale post-Conservatorio, relativi principalmente ad altre discipline dello spettacolo, proposti da enti privati a ciò statutariamente finalizzati.

Non sono ammissibili le spese di acquisto di beni strumentali durevoli, le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, le quote di ammortamento e gli interessi passivi.

L’istanza deve essere presentata nel periodo compreso tra il giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte fino al 31 luglio 2017 esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it.

I soggetti che intendono presentare istanza devono essere soggetti statutariamente finalizzati alle attività indicate al punto 4.4 del bando (associazioni, onlus, fondazioni ed enti equivalenti) e devono garantire, con risorse eccedenti il contributo richiesto, una copertura di almeno il 50% delle spese effettive previste.

L’istanza deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo e disponibile sia in allegato sia sul sito internet all’indirizzo: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/

L’ammontare del contributo regionale assegnato a sostegno di un singolo progetto non può superare il 50% delle spese effettive ritenute ammissibili a preventivo. In caso di assegnazione del contributo, tale limite deve essere rispettato nella rendicontazione finale. Non vengono assegnati contributi di importo inferiore ad Euro 10.000,00 o superiore a Euro 100.000,00 a fronte di una richiesta di contributo non superiore ad Euro 100.000,00.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/26/siste/00000069.htm

BANDO “PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDA DI CONTRIBUTO PER LA PROMOZIONE DELLE INIZIATIVE SPECIALI DI RILIEVO REGIONALE (CONVEGNI, SEMINARI, STUDI E RICERCHE) PER L’ANNO 2017”

Sono ammissibili alla fase istruttoria progetti per la realizzazione di iniziative speciali di rilievo regionale (convegni, seminari, studi e ricerche) che si svolgano nell’anno 2017. In sintesi:  iniziative, svolte una tantum, caratterizzate da alto valore e interesse culturale diffuso, con particolare riferimento a quelle di rilievo nazionale o internazionale;  programmi di attività di divulgazione da parte di soggetti che, ferme restando le caratteristiche di valore culturale, si sono ormai caratterizzate come evento ricorrente nel panorama piemontese.

Sono ammessi progetti a carattere multidisciplinare qualora la programmazione sia articolata nei generi e discipline afferenti le attività convegnistico – seminariali e di studio e ricerca, lo spettacolo dal vivo, la multimedialità, le attività espositive, le arti figurative e le rievocazioni storiche, assicurando la programmazione in almeno due discipline, nel rispetto della prevalenza dei costi e del programma di attività del progetto nell’ambito del presente avviso pubblico.

Non sono ammissibili le spese di acquisto di beni strumentali durevoli, le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, le quote di ammortamento e gli interessi passivi.

Possono presentare domanda: enti, istituti, fondazioni, associazioni culturali e soggetti ad essi assimilabili, ivi comprese imprese sociali, onlus e società cooperative a mutualità prevalente, e devono garantire, con risorse eccedenti il contributo richiesto, una copertura di almeno il 50% delle spese effettive previste.

L’istanza deve essere presentata nel periodo compreso tra il giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte fino al 31 luglio 2017 esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it e deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo e disponibile sia in allegato sia sul sito internet all’indirizzo: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/

L’ammontare del contributo regionale assegnato a sostegno di un singolo progetto non può superare il 50% delle spese effettive ritenute ammissibili a preventivo. In caso di assegnazione del contributo, tale limite deve essere rispettato nella rendicontazione finale. Non vengono assegnati contributi di importo inferiore a Euro 10.000,00 o superiore a Euro 50.000,00 a fronte di una richiesta di contributo non superiore ad Euro 50.000,00.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/26/siste/00000070.htm

BANDO “PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDA DI CONTRIBUTO PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITÀ CINEMATOGRAFICHE E AUDIOVISIVE PER L’ANNO 2017”

I progetti ammessi concernono rassegne o festival, attività di promozione e diffusione della cultura cinematografiche e audiovisiva, che prevedano attività aperte al pubblico effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, laboratori, formazione del pubblico, incontri, mostre, workshop, seminari e conferenze, attività editoriali in materia di cinema e audiovisivo.

Sono ammessi progetti a carattere multidisciplinare qualora la programmazione sia articolata nei generi e discipline afferenti lo spettacolo dal vivo, la multimedialità e le arti figurative, assicurando la programmazione in almeno due discipline, nel rispetto della prevalenza dei costi e del programma di attività del progetto nell’ambito del presente avviso pubblico.

Non sono ammesse le iniziative che prevedono la realizzazione di un unico evento, stagioni cinematografiche, le attività di esercizio cinematografico, la produzione o diffusione di un singolo prodotto filmico e audiovisivo.

Non sono ammissibili le spese di acquisto di beni strumentali durevoli, le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, le quote di ammortamento e gli interessi passivi.

Possono presentare domanda: enti, istituti, fondazioni, associazioni culturali e soggetti ad essi assimilabili, ivi comprese imprese sociali, onlus e società cooperative a mutualità prevalente, e devono garantire, con risorse eccedenti il contributo richiesto, una copertura di almeno il 50% delle spese effettive previste.

L’istanza deve essere presentata nel periodo compreso tra il giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte fino al 31 luglio 2017 esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it e deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo e disponibile sia in allegato sia sul sito internet all’indirizzo: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/

L’ammontare del contributo regionale assegnato a sostegno di un singolo progetto non può superare il 50% delle spese effettive ritenute ammissibili a preventivo. In caso di assegnazione del contributo, tale limite deve essere rispettato nella rendicontazione finale. Non vengono assegnati contributi di importo inferiore a Euro 10.000,00 o superiore a Euro 50.000,00 a fronte di una richiesta di contributo non superiore ad Euro 50.000,00.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/26/siste/00000071.htm

BANDO “PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI CONTRIBUTO PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA’ COREUTICHE PER L’ANNO 2017”

I progetti ammessi concernono rassegne, festival, stagioni, premi e concorsi, iniziative di promozione e diffusione della cultura coreutica, che prevedano momenti di spettacolo aperti al pubblico effettuati in luoghi in regola con le norme in materia di sicurezza, che possono comprendere attività collaterali non prevalenti quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, laboratori, formazione del pubblico, incontri, mostre, workshop, seminari e conferenze, attività editoriali e discografiche.

Sono ammesse attività di produzione o coproduzione funzionali alla programmazione e all’inserimento delle stesse nel programma generale del progetto comunque non prevalenti rispetto al programma e al bilancio complessivo.

Sono ammessi progetti a carattere multidisciplinare qualora la programmazione sia articolata nei generi e discipline afferenti lo spettacolo dal vivo, la multimedialità e le arti figurative, assicurando la programmazione in almeno due discipline, nel rispetto della prevalenza dei costi e del programma di attività del progetto nell’ambito del presente avviso pubblico.

Non sono ammesse le iniziative che prevedono la produzione e circuitazione di un singolo spettacolo.

Non sono ammissibili le spese di acquisto di beni strumentali durevoli, le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, le quote di ammortamento e gli interessi passivi.

Possono presentare domanda: enti, istituti, fondazioni, associazioni culturali e soggetti ad essi assimilabili, ivi comprese imprese sociali, onlus e società cooperative a mutualità prevalente, e devono garantire, con risorse eccedenti il contributo richiesto, una copertura di almeno il 50% delle spese effettive previste.

L’istanza deve essere presentata nel periodo compreso tra il giorno successivo alla pubblicazione del presente Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte fino al 31 luglio 2017 esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it e deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo e disponibile sia in allegato sia sul sito internet all’indirizzo: http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/cms/

L’ammontare del contributo regionale assegnato a sostegno di un singolo progetto non può superare il 50% delle spese effettive ritenute ammissibili a preventivo. In caso di assegnazione del contributo, tale limite deve essere rispettato nella rendicontazione finale. Non vengono assegnati contributi di importo inferiore a Euro 10.000,00 o superiore a Euro 80.000,00 a fronte di una richiesta di contributo non superiore ad Euro 80.000,00.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/26/siste/00000072.htm

Deliberazione della Giunta Regionale 19 giugno 2017, n. 25-5203

Legge regionale 78/78. Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana di Torino. Istituzione dell’Area di Cooperazione Territoriale Est avente come Polo la Biblioteca civica di Chivasso e conseguente modifica dell’articolazione territoriale di cui alla D.G.R. 59-11775 del 16.2.2004.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/27/siste/00000026.htm

Determina dirigenziale 30 giugno 2017, n. 280

L.R. n. 41/1985 – Bando valorizzazione del patrimonio artistico – culturale e dei luoghi della Lotta di Liberazione in Piemonte. Invito alla presentazione di progetti per interventi di recupero e restauro di aree monumentali – anno 2017.

Sono ammissibili interventi di sistemazione, restauro e recupero di aree, monumenti e immobili già esistenti, legati a luoghi che furono teatro degli episodi più significativi della Lotta di Liberazione in Piemonte. Dette aree e immobili devono essere destinati ad uso pubblico. Sono escluse le spese inerenti ad attività di valorizzazione, quali a titolo esemplificativo non esaustivo attività di comunicazione, didattica, mostre, gestione, nonché le quote di ammortamento e gli interessi passivi.

Possono presentare istanza gli Enti locali, enti, fondazioni, istituti e associazioni culturali e soggetti ad essi assimilabili, ivi comprese organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS).

L’istanza deve essere presentata, a pena di inammissibilità, nel periodo decorrente dal giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte e fino al 31 luglio 2017 tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo culturaturismosport@cert.regione.piemonte.it

In via eccezionale, gli enti e le associazioni no profit che non dispongano ancora della casella di Posta Elettronica Certificata possono inviare l’istanza con Raccomandata A/R all’indirizzo Regione Piemonte – Direzione Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport – Settore Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Musei e siti UNESCO – VIA BERTOLA 34 – 10122 TORINO. Sia nel caso di invio con PEC, sia con Raccomandata A/R, l’istanza deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal disponibile sia in allegato al presente bando sia sul sito internet all’ indirizzo:

http://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/appl/index_front.php

L’ammontare del contributo regionale assegnato a sostegno di un singolo progetto non può superare l’80% delle spese effettive. Non potranno essere assegnati contributi inferiori a 2.000,00 euro, pertanto, i costi ammissibili del progetto dovranno essere almeno pari o superiori a 2.500,00. In ogni caso, tenuto conto delle risorse disponibili, non verranno assegnati contributi di importo superiore a 10.000,00 euro per progetto.

http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/27/siste/00000027.htm

Posted in Uncategorized.

Rispondi